Si conclude con un grande successo il primo Rally del Casentino virtuale

sfondo-comunicato-copia

 

Il siciliano Lanzalaco conquista la vittoria e, primo anche tra i piloti “prioritari”, vince l’iscrizione gratuita alla 40^ edizione della gara reale.  Pollara batte tutti nella classe R2. Oltre 170.000 interazioni sui social di Scuderia Etruria 

Giovanni Lanzalaco è il vincitore del primo Rally del Casentino E-Sport.  Il driver siciliano si aggiudica anche la classifica dei “Prioritari”, cioè quella riservata ai piloti con licenza ACI Sport, e avrà quindi la possibilità di iscriversi gratuitamente al 40° Rally Internazionale del Casentino, in programma il prossimo 2-4 luglio.
Al termine di una gara tiratissima Lanzalaco, ha preceduto il sim driver professionista Nicolò Ardizzone per soli due secondi, terzo Loris Malatesta, a sedici secondi. Tutti e tre hanno corso con la Volswagen Polo R5 nella classe delle auto a trazione integrale.
Proprio come in un rally vero, la gara virtuale – organizzata dalla Scuderia Etruria in collaborazione con l’agenzia di comunicazione K-Now Sport Communication e Simone Brachi design – è stata incerta e combattuta fino alla fine e a decidere il vincitore è stato solo l’ultimo tratto cronometrato.
La lotta al vertice ha reso ancora più interessante l’evento che ha visto partecipare 710 concorrenti dall’Italia e dall’estero, 157 di questi con licenza ACI Sport, ovvero abilitati a correre nelle competizioni rallistiche. Incredibile anche il successo sui social con oltre 171.000 interazioni sui profili Facebook e Instagram di Scuderia Etruria dal lancio dell’iniziativa.

I giocatori si sono confrontati su DiRT Rally 2.0, uno dei giochi di rally più famosi al mondo e accessibile da tutte le piattaforme – PC, Xbox e PS4 – su un tracciato asfaltato molto simile a quello reale: 10 tratti cronometrati di cui due in notturna, proprio come il “Casentino” 2019.

Ho saputo della gara dai social – ammette Lanzalaco – e pur essendo un videogiocatore non avevo mai provato DiRT Rally 2.0. L’occasione era troppo ghiotta così ho scaricato il gioco e ho iniziato a provare. Devo dire che l’idea della Scuderia Etruria è stata vincente, a noi rallisti manca un sacco la competizione e una gara così ci ha permesso di sfidarci e di confrontarci con gamer di grande esperienza. Mi sono davvero divertito e spero di poter essere in Casentino a luglio per il rally vero con la Renault Clio N3 con cui ho partecipato negli anni scorsi alla Coppa Italia”.

Tiratissima anche la gara nella classe delle “piccole” R2, macchine a due ruote motrici. Il vincitore è Marco Pollara con la Ford Fiesta, il driver ufficiale di Ford M-Sport nel campionato mondiale classe R2, rally ha preceduto Matteo Ceresoli (Peugeot 208) e Giorgio Cogni (Ford Fiesta). Al traguardo, il secondo e il terzo classificato sono risultati separati da soli due decimi di secondo.
Ho comprato DiRT appena ho saputo del rally – commenta Pollara – e devo dire che, pur essendo abituato su altre piattaforme, il gioco assomiglia alla realtà soprattutto per il consumo delle gomme e la necessità di avere un assetto adeguato per andare forte. Per questo è stato ancora più bello arrivare davanti a tutti. Complimenti alla Scuderia Etruria per aver organizzato un evento veramente riuscito”.

Grande soddisfazione anche in casa Scuderia Etruria per il successo dell’edizione virtuale della storica gara casentinese. “Siamo stati i primi in Italia – commenta Loriano Norcini, presidente di Scuderia Etruria Sport – e per questo devo ringraziare l’idea di Simone Brachi, insieme a lui voglio fare i complimenti a Filippo Bensi e alla nostra agenzia di comunicazione che hanno curato l’evento interamente da remoto. Subito dopo il nostro sono nati altri rally virtuali e questo testimonia la bontà dell’idea. Il nostro rally ha avuto la pubblicità che merita e ora speriamo di poter correre quello reale a luglio”.